COPERTINA

Puoi seguire gli eventi e le novitĂ  del libro sui SOCIAL


La Pagina FACEBOOKfacebook page dove puoi lasciare i tuoi commenti e interagire con l'autore e gli altri interessati alla storia del libro.
Metti "like" e segui la pagina...


youtube channel Canale Youtube contenente un videoclip di presentazione del libro e altro materiale inerente gli argomenti trattati e il senso generale del saggio (playlist).
Se ti registri puoi seguire gli eventi...


CONTATTI di Roberto Amati

(+39) 389 4776575


"Robyama71"


storiadellintegrazioneeuropeain2500anni@


roberto amati


Oppure invia un messaggio diretto:





REGISTRAZIONE

Se sei interessato a seguire il percorso del mio libro attraverso le presentazioni o le recensioni, oppure se vuoi ricevere notizie aggiornate sul tema Integrazione Europea o articoli/interventi inerenti il tema o il libro stesso, redatti dall'Autore o da altri autorevoli esperti, inserisci la tua e-mail qui sotto...


Autorizzo il trattamento dei miei dati personali forniti sopra ai sensi del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali” e del Regolamento UE 2016/679. I dati inseriti saranno utilizzati solo ed esclusivamente per ricontattarti e soddisfare la tua richiesta informativa.


ACQUISTARE IL LIBRO

Se sei interessato ad acquistarlo...

landing page

STORIA DELL'INTEGRAZIONE EUROPEA IN 2500 ANNI
Le antiche origini si rinnovano nelle attuali aeternitas

ISBN: 9791220048859

scritto da Roberto Amati al termine di una ricerca personale durata oltre 20 anni.


EUROPA UNITA

Oggi il confronto fra EUROENTUSIASTI e EUROSCETTICI è più forte che mai: siamo alla fine di un percorso o a un bivio?
L’IDEA DI EUROPA UNITA è ancora un sogno o può concretizzarsi per i nostri giovani? Essa è nata molto prima di Maastricht e la riscoperta delle RADICI DELL’EUROPA aiuta a capirlo: il libro spiega che l’Europa odierna è il prodotto della Lotta fra indipendentismi e totalitarismi che ha generato gli STATI NAZIONALI attuali.

INTEGRAZIONE EUROPEA

Certamente è la meta finale della storia europea: ma senza conoscere le ORIGINI DEI POPOLI EUROPEI, la storia condivisa connessa all’IMPERO ROMANO CRISTIANO, al CRISTIANESIMO e alla CULTURA TRADIZIONALE europea, non è possibile scorgerla.

STORIA D'EUROPA

Frutto di casualità o delle correlazione fra eventi, personaggi ed epoche? Sicuramente è stata un susseguirsi di GUERRE (di indipendenza, di potere, di religione, di conquista, mondiali/universali o scontri di civiltà), di IMPERI, REGNI, feudi, repubbliche, Città-Stato, leghe, etc. Una storia ricca di fondazioni (città, entità politiche, religiose, culturali,..) e di rapporti col Medio Oriente, col nord-Africa, con l’Asia e gli altri continenti, che sono in gran parte illustrate dalle CARTINE STORICHE DE AGOSTINI e da altre MAPPE disegnate dall’autore e allegate.

AUCTORITAS

Uno dei fenomeni fondamentali della storia europea e fondanti per l’Europa fu il conflitto fra i massimi poteri politici e religiosi, in particolare fra Impero e Papato («GUELFI E GHIBELLINI»), mentre il PENSIERO POLITICO E GIURIDICO europeo disegnava i modelli di potere nel corso dei secoli: brocardi e istituti estratti dall'antico DIRITTO ROMANO (IUS PUBLICUM) hanno permesso di definire i concetti e i principi fondanti di regni, stati e persino delle Costituzioni moderne.

AETERNITAS

Ma la continuità ed evoluzione del processo storico d’Europa attraverso le età (antichità, Medioevo, modernità) si è sempre fondata su alcune costanti già definite dal CODEX giustinianeo e tramandate nei secoli, oggi ancora attuali nelle numerose REGIONI, PROVINCE e CITTÀ europee. Insomma, l’EUROPA DEI POPOLI non è mai stata molto diversa da quella odierna.

CRISTIANIZZAZIONE

Gli «Europei» sono diventati un popolo unico col sorgere dell’IMPERO ROMANO CRISTIANO (con COSTANTINO) e dal momento in cui si sono riconosciuti nell’appartenenza alla religione del Cristo (CARLO MAGNO), sopratutto nei rapporti con altri culti e regioni del mondo e nonostrante le innumerevoli divisioni interne e differenziazioni che hanno segnato profondamente la storia continentale.

GENEALOGIE REGALI

Resta da scoprire il filo rosso che collega le religioni e civiltà, i regni e le dinastie regali europee di ogni epoca: quella LINEA DI SANGUE (detto anche Sangral o Holy grail) che percorre tutta la millenaria storia passando anche per RE ARTÙ e altri grandi sovrani.

Questo libro è una novità nella saggistica storica, sia sul piano linguistico che per la ricchezza e completezza di informazioni.

Buona lettura!


STORIA DELL'AUTORE


roby.jpgL'autore è nato a Torino nel 1971 e ha sempre vissuto nella città sabauda dove ho conseguito due lauree, in Scienze della Comunicazione e in Scienze Strategiche, entrambe presso l’Università cittadina.
Dopo un’esperienza lavorativa decennale nel settore Ict, agli inizi del 2002 ha seguito una svolta di vita che lo ha portato a dedicarsi nuovamente agli studi, frequentando un corso di specializzazione in Scienze Diplomatiche Internazionali presso l’Istituto Universitario di Studi Europei di Torino, dove ha approfondito numerose materie nei campi della Economia, della Politica, del Diritto e della Storia. Negli anni successivi ha continuato a leggere i principali autori di Filosofia, Teologia, Cristianesimo, Pensiero Politico e Storia, insieme alle discipline di Scienze Sociali, Politologia, Sociologia, Psicologia e Antropologia.
Nel mentre operava come consulente di PR, Ufficio stampa, Comunicazione istituzionale e d’impresa, veniva iscritto all’albo dei Giornalisti pubblicisti dell’Ordine del Piemonte e svolgeva diverse attività di volontariato e sociali presso la Protezione Civile di Torino e la Croce Rossa Internazionale.
Appassionato di Storia, ha iniziato una lunga ricerca sull’Europa a fine anni Novanta, che lo ha portato a raccogliere materiale e informazioni corpose, al punto da decidere di scrivere questo libro: una storia dell’Europa secondo la sua personale visione e impostazione narrativa, che guarda al passato, se non altro perché da lì proveniamo e attingiamo la gran parte del nostro bagaglio culturale. Consapevole che il tema delle “radici dell’Europa” oggigiorno può essere scomodo, come lo è normalmente l’autore, per il quale “la ma vita non è mai stata una passeggiata”…si è quindi cimentato n questa impresa e ve ne offre i frutti.